domenica 5 gennaio 2014

Governo portoghese dà via libera a prelievo forzoso da pensioni

Per ovviare a bocciatura taglio pensioni funzionari pubblici




Lisbona 3 gen. Il governo portoghese effettuerà un prelievo forzoso dalle pensioni - private e pubbliche - per
colmare il deficit di bilancio causato dalla bocciatura della Corte Costituzionale dei tagli delle pensioni dei funzionari pubblici.

La scelta di una misura alternativa da 388 milioni di euro era necessaria per raggiungere l'obbiettivo del 4% nel rapporto deficit-Pil del 2013, condizione necessaria per lo sblocco della tranche da 2,7 miliardi di euro prevista dal piano di aiuti della "troika" (Ue, Bce ed Fmi).

Il governo ha difeso il provvedimento - che prevede una tassazione straordinaria per le pensioni oltre una certa soglia - affermando che eviterà un aumento delle tasse che avrebbe messo a rischio la ripresa economica: l'opposizione e i sindacati hanno protestato contro una "misura immorale" che colpisce il potere
d'acquisto delle famiglie.

(fonte Afp)



giovedì 19 dicembre 2013

Aumento della povertà in Germania



L’Ufficio federale di statistica VdK in Germania ha confermato: proporzionalmente all’aumento della povertà cresce l'esclusione sociale.

Gli ultimi dati ufficializzati non solo ci influenzano, ma fanno anche arrabbiare!

„È del tutto evidente che la povertà in Germania è un problema urgente e non può più essere raccontata o elusa. La povertà porta all'esclusione sociale, la nostra società questo non può e non se lo deve permettere. Pertanto, la prevenzione e la lotta contro la povertà devono essere in cima all'agenda politica del nuovo governo", avverte Ulrike Mascher, presidente dell'Associazione  VdK in Germania. Così in Germania nel 2012 quasi un residente su cinque è stato intaccato dalla povertà o di esclusione sociale . Questo equivale al 19,6 per cento della popolazione, tradotto in numeri significa circa 16 milioni di persone.
I dati statistici purtroppo confermano  la drammatica situazione di povertà e di peggioramento di molte persone in Germania, tendenza che oramai viene denunciata da anni dai statisti. Devono essere adottate misure rapide e concrete di fronte a 16 milioni di persone che vivono in condizioni di povertà o a rischio di povertà. Il salario minimo legale è uno strumento e rappresenta un elemento chiave per contrastare un basso reddito e un incremento della povertà nella vecchiaia.

La disoccupazione , l’assistenza sociale non adeguata, salari bassi con il quale è impossibile alimentare una famiglia, pensioni insufficienti per vivere, tutto ciò che tendenzialmente incrementa la povertà in Germania è aumentato negli ultimi anni e continuerà a solidificare la povertà, se venisse lasciata incontrollata nei vari campi.

Chiunque voglia evitare il rischio di incremento della povertà, deve eliminare il divario tra ricchi e poveri, questo divario deve finire.



mercoledì 20 novembre 2013

4° SICURO DI NON ESSERE COMPLICE DELL’OLOCAUSTO IN CORSO?

Quarta parte:
Paradosso e incompatibilità nel sistema
Riassumendo quanto scritto nelle prime 3 PARTI, ci rendiamo conto di due fattori primari:
1.     La difficoltà nel prendere una corretta decisione a causa di attitudini personali, decisioni a fronte delle quali può dipendere il futuro della nostra vita quando si parla di terapie, decisioni influenzate e compromesse da diverse variabili che falsificano e distorcono la realtà percepita esponendoci a verità relative o intere falsità.
2.     La sanità- complessa macchina organizzata -si ritrova governata ed intrappolata, in un sistema capitalista sotto il controllo di potenti forze indiscusse, un  élite potentissima, capace di bloccare, censurare, annientare, distruggere qualunque minaccia o sospetto di minaccia al potere stesso.


Paradosso di una società in competizione.



Anche se questi concetti hanno validità nei diversi aspetti decisionali, noi ci concentreremo in particolare sulle decisioni da prendere in merito alle cure ed alle terapie a cui vogliamo o dobbiamo sottostare.

Il primo punto elencato, crea delle difficoltà non indifferenti, come abbiamo notato nella trattazione precedente. Le probabilità che possono indurci a prendere una decisione infelice, sono elevatissime.

Il secondo punto elencato, invece è un vero e proprio paradosso! 

La ricerca di profitti non è affatto compatibile con gli obbiettivi della sanità.
Ricercatori denunciano case farmaceutiche
Certo non è possibile spendere risorse illimitate per la ricerca delle terapie, anche se qui si apre un capitolo lunghissimo sul quale ora non voglio dilagarmi, ma ritorneremo sull'argomento più avanti. In ogni caso questo non preclude che le risorse dedicate alla sanità, si possano utilizzare con una maggiore efficienza e trasparenza.


Un organizzazione della sanità seria deve dedicarsi al prossimo.  La linfa del successo sono rispetto e amore per la vita, altruismo, compassione, interesse per gli altri, dedizione e sacrificio.  Spesso significa rimetterci energie, tempo e denaro.


In contrapposizione il sistema finanziario è l’opposto di tutto ciò, paradossalmente e contrariamente a quanto appena detto, non deve avere scrupoli, non può avere cuore, deve essere freddo, egoista e spietato!

Come un soldato medievale non può avere pietà, deve colpire deciso, deve eseguire ordini senza pensare. 


Se l’ordine del soldato era di uccidere l’intero villaggio fatto di donne e bambini, spietatamente affondava la sua spada nel ventre della vittima indipendentemente da chi aveva davanti.





In modo simile il sistema capitalista, inquinato da un potere liquido continua a sfruttare, continua a colpire, nessuno verrà escluso, neppure alte cariche politiche di un paese! 
Tutti sono soggetti ad esso.  

Per citare un altro esempio, è simile agli abissi di un oceano profondo. Dove regna un cannibalismo selvaggio. Il pesce grande mangia il pesce piccolo, ed a sua volta il predatore resterà vittima o preda di un potere più forte. 

Ebbene qualcosa nel sistema sembra non funzionare perfettamente, sembra che ci sia l’esistenza di un buco che assorbe sistematicamente ogni progresso e sforzo compiuto.
                                          
01/06/2013                                Alfonso Lazzarano
Quinta parte:
a breve....
Progresso assorbito


domenica 17 novembre 2013

3° SICURO DI NON ESSERE COMPLICE DELL’OLOCAUSTO IN CORSO?


Terza parte:

Industria


Si scopre che dietro al sistema sanitario nazionale, europeo e mondiale c’è un’unica industria. Ci sono delle aziende in concorrenza fra loro, in affanno alla rincorsa di brevetti, aziende che devono far quadrare i bilanci, aziende con monopoli di mercato. Inoltre essendo parte del sistema finanziario capitalista devono fare i conti con corruzione e avidità senza pari, con questo non sto giudicando il sistema finanziario, ma sottolineo il fatto che la sanità si trova a far parte di una struttura concorrenziale, orientate verso una corsa al potere, simile a quella di un esercito alla conquista di nuove terre!

Non importa quanto sanguinose le battaglie saranno, non conta se nel nome del profitto dovrà essere fatta una seconda crociata. Le industrie farmaceutiche noncuranti di ripetere una nuova strage, pur se consapevoli di condannare a morte centinaia di migliaia di persone, tra cui tantissime donne e bambini ad un destino che non meritano, restano incuranti di essere la causa di mutilazioni. Così ci troviamo ad assistere come testimoni di un nuovo olocausto un genocidio sotto gli occhi di tutti! Con la differenza che la vittima non deve morire ma deve vivere, perché la vittima è il cliente!

Commercio
Questa industria basata sul commercio libero in tutto il mondo, deve lavorare sulla domanda, se la domanda non c’è devono stimolarla. "Come?" Direte. Come è possibile stimolare la domanda? Stiamo scherzando! No, non stiamo scherzando. Può sembrare un paradosso, ma la sanità nata per eliminare le malattie, si ritrova a far parte di un sistema il cui obbiettivo primario non è più eliminare le malattie, non è sanare tutti i malati, non è offrire la cura più efficace, nulla di tutto ciò!
L’obbiettivo è fatturare, aumentare i margini, guadagnare di più, cercare nuovi brevetti, mantenere il potere, proteggere il potere acquisito! 
Per questo motivo è necessario aumentare la domanda, quindi bisogna conquistare nuovi mercati, e per farlo si inventano nuove malattie, nuovi farmaci, si creano malattie in vitro e qui mi fermo altrimenti mi date del pazzo…

*le affermazioni esposte sopra si riferiscono a quella parte della sanità e dell’industria farmaceutica che si lascia corrompere precludendo in questo modo cure efficienti a chi ne ha bisogno e convincendone altri a curarsi di mali inesistenti.

                                                                                                18/05/2013 -  Alfonso Lazzarano




sabato 21 settembre 2013

Brutta figura della Germania!




Il governo tedesco della cancelliera Angela Merkel e l'opposizione tedesca si sono aggregati al Regno Unito , nel fare un quadro di quello che è la posizione della Siria rispetto alla decisione volontaria di mettere le sue armi chimiche sotto controllo internazionale e di fornire un inventario completo delle scorte di armi e di prodotti chimici e di strutture in possesso.
Subito dopo il „NO”da parte del parlamento Britannico di partecipare ad un attacco militare a guida USA,  senza l'approvazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e in violazione del diritto internazionale il quotidiano britannico The Daily Star ha pubblicato un articolo che ha creato un acceso dibattito circa la consegna dei prodotti chimici a duplice uso, compreso il fluoruro di sodio, che può essere utilizzato nella produzione dell'agente Sarin gas nervino, ma che tra l'altro viene utilizzato nella produzione di dentifrici al fluoruro.
E qui la Germania nuovamente si ritrova ad aggrapparsi sugli specchi!
Ancora una volta la Germania si trova complice e partecipe di forniture di armi che hanno portato a stragi.
L’impressione è che ci sono incertezze su quali prodotti chimici sono stati esportati dalla Germania per la Siria, quando e in quale quantità.
La posizione della Germania è stata che nel caso in cui "il regime di Assad" nascondesse scorte segrete di sostanze chimiche, viola il suo obbligo di fornire un inventario completo e quindi "invita ad un azione militare " .

Fatto interessante sta che il governo tedesco la settimana scorsa, ha pubblicato un documento che specifica che la Germania ha esportato 111 tonnellate di sostanze chimiche che "potrebbero essere utilizzati per la produzione di gas sarin alla Siria tra il 2002 e il 2006".
Membri dell'opposizione senza sbilanciarsi troppo hanno affermato che ingenuamente la Germania potrebbe aver contribuito all'attacco di armi chimiche in Oriente a Ghouta vicino a Damasco il 21 agosto 2013, perché fornitori della materia prima.
Il governo respinge ogni accusa. Il dibattito però resta acceso e viene diffuso attraverso la TV tedesca statale, radio, nonché nei principali quotidiani tedeschi, il pensiero che
trapela è questo: "il regime di Assad potrebbe non essere conforme al suo obbligo di fornire un inventario completo, ma segretamente prosegue con la produzione di armi chimiche, sotto copertura di produzione di dentifricio, per cui potrebbe darsi che una soluzione militare è l'unico modo possibile per garantire che il regime di Assad non faccia nuovamente uso di gas Sarin contro i Siriani".

Probabilmente essendo a conoscenza delle quantità fornite, sanno di cosa parlano...
Di fatto tutte le prove disponibili, tra cui la relazione del commissario Onu, dimostrano senza ombra di dubbio che il gas Sarin e prodotti chimici sono stati utilizzati dai ribelli all'opposizione per mesi, e che le agenzie di Intelligence civili e militari degli Stati Uniti, Regno Unito, Turchia , Libia e Arabia Saudita hanno svolto un ruolo attivo, nel fornire le armi necessarie all'opposizione" .
I prodotti chimici a duplice uso forniti dalla Germania sono fluoruro di sodio , acido fluoridrico e fluoruro di ammonio. Secondo i decreti legislativi Europei queste sostanze che possono essere utilizzati per scopi civili e militari, richiedono permessi speciali di esportazione .

Il governo tedesco sostiene che i permessi per l'esportazione di tali sostanze in Siria
sono stati concessi dopo un attento esame di tutti i possibili rischi, tra cui quello del "cattivo uso di armi chimiche", e che in ogni caso l’uso civile era plausibile".
Beh la Siria aveva deciso di farsi una scorta di dentifricio al fluoruro per i prossimi secoli! Non si sa mai che non si trovano più le materie prime oppure il prezzo schizza alle stelle....
La cancelliera Angela Merkel fa sapere che ovviamente stanno verificando tutte le denunce, potrebbe essere anche una furbizia della sinistra Tedesca, i soliti complottismi dell'opposizione che studia stratagemmi per far perdere le elezioni alla destra.

Ma a parte l’ironia la cosa resta grave e la Germania non ha fatto una bella figura sulla scena mondiale, per questo si aggrappa sugli specchi. 

                                                                                Alfonso Lazzarano 

sabato 14 settembre 2013

Il diritto




Il proletario non possiede nessun vero diritto, tranne ciò che la borghesia ha avuto interesse a concedergli e gli concede sotto pomposa etichetta di “diritto”.
Il diritto è un atto di liberalità che qualcuno compie in favore di qualche altro; non è qualcosa che possa essere concessa e accettata. Il diritto è l'esercizio di una forza, è il risultato di una conquista. Gli sfruttati non ne hanno conseguite molte contro i loro sfruttatori, e meno di tutte, il diritto di essere se stessi.
Finché gli sforzi umani non verranno "incanalati" verso un fine di benessere sociale e non di accumulazione personale l'umanità non potrà progredire.
Con la tecnologia attuale potremmo vivere tutti meglio e lavorare tutti meno ma il sistema che ci siamo scelti non ce lo permette e quindi finiamo da una parte a buttare una marea di cose e dall'altra a morire di fame.


venerdì 13 settembre 2013

Assegni d'oro

E’ vergognoso continuare a dibattere per mesi se un individuo deve o meno rispettare la legge. Al di la, se la legge possa essere ritenuta giusta o sbagliata, essa va rispettata. Fino a quando non viene rettificata oppure cancellata. Ci sono delle regole di convivenza in un paese che vengono appunto regolate dalla legge, e devono essere rispettate da tutti.
In questo paese ci sono svariate azioni da compiere immediatamente, oramai note a tutti. Dagli stipendi d'oro alle pensioni d'oro. Quando verranno fatte le rettifiche alle leggi attuali? Nemmeno il famigerato governo Monti ha messo mano alle pensioni d'oro, agli stipendi d'oro che a loro volta porteranno a pensioni d'oro. Solo la riforma sulle pensioni d'oro avrebbe fatto risparmiare agli Italiani ca. 13 miliardi di euro l'anno! Sono passati 2 anni dal governo Monti, oggi siamo a discutere per mesi se pagare o no l'IMU sulla prima casa, cifra miserevole di 4 miliardi (miserevole per l’economia Italiana), eppure, se con il governo Monti, fosse stata fatta la riforma sulle pensioni d'oro, le casse dello stato si fossero ritrovate con 26 miliardi a disposizione! Sufficiente denaro per eliminare l'IMU sulla prima casa di modeste dimensioni, facendo pagare l’IMU su prime case di lusso, inoltre a partire dal 2014 ci fossero fondi sufficienti per abbassare il carico fiscale. Per non parlare che un tale modo di operare avrebbe dato un chiaro segno ai mercati finanziari internazionali, che l'Italia è cambiata! Che l'Italia vuole fare le cose giuste e dare un segno di volontà ad applicare una giustizia sociale che da anni si è persa. Un chiaro segno che l’Italia e la classe dirigente Italiana si straccia le vesti indossando abiti di sacco! Un tale segnale ai mercati avrebbe fatto in modo che lo spread sarebbe calato, con ogni punto in meno di interesse da pagare, avrebbe permesso a questo paese di risparmiare altri miliardi di interessi, da pagare a banche e investitori! E tempo di smetterla di prendere i giro i cittadini Italiani! Voi che siete al governo, dico a voi! Burattini telecomandati da lobbi, da corrotti, quando vi svegliate la mattina, se mai vi svegliate da questo sono in cui vivete, quando vi guardate allo specchio, vergognatevi! Guardate quella faccia che vedete nello specchio e tenetela ben presente, e quella che vedete li che sta facendo del male a questo paese, e quella faccia che vedete nello specchio che ha rovinato questo paese, è quella faccia li che si è resa colpevole del sangue di migliaia di Italiani che si sono suicidati negli ultimi anni. Suicidati perché sono venuti meno i diritti elementari della dignità di un paese civile. Guardate in quello specchio perché il mostro che vedete e tra coloro che ha negato un futuro ai figli degli Italiani, rendendoli schiavi di altri paesi, soggetti ad dover accettare condizioni miserevoli per i prossimi decenni!